La visita guidata di Tindari ci permette di scoprire il santuario della Madonna Nera e larea archeologica. Due facce della stessa medaglia. Ma qui non manca un interessante sito naturalistico: i laghetti di Marinello.

Tindari è una piccola frazione del comune di Patti, oggi qui vivono stabilmente poco più di 10 persone. Tuttavia questo è un sito di grande importanza dal punto di vista storico e archeologico e, ancor di più, dal punto di vista religioso.

Visita guidata di Tindari
Il santuario della Madonna di Tindari tour guidato
Il Nuovo Santuario della Madonna Nera
Il teatro greco romano di Tindari visita guidata
Teatro Greco – Romano di Tindari
Visita guidata di Tindari
Le Isole Eolie viste dai Laghetti di Marinello
Visita guidata di Tindari
Panorama dal Santuario
I laghetti di Marinello visti dal promontorio
La Basilica romana e il Santuario

Visita guidata di Tindari: l’archeologia

Tyndaris fu una delle ultime colonie greche di Sicilia. Nel 396 a.C., i coloni scelsero questo sito per la possibilità di controllare facilmente sia il mare che la parte interna del territorio verso le montagne. In seguito, i romani costruirono la loro città su quella greca. Oggi possiamo ancora vedere bene la città romana mentre di greco, purtroppo, ci resta ben poco. Il tour guidato di Tindari archeologica ci conduce alla scoperta dei resti di questa piccola colonia:

  • Il teatro: costruito dai Greci nel III secolo a.C., fu rimaneggiato, in seguito, dai romani per adattarlo ai loro gusti;
  • L’insula romana: gli scavi hanno riportato alla luce un intero quartiere di epoca romana. Oggi possiamo vedere i resti delle terme con pregevoli mosaici, due domus ed alcune botteghe;
  • La Basilica: sede della vita pubblica in epoca romana, di questo importante edificio ci rimangono tutto il pian terreno e una parte del piano superiore.

Ciò che oggi vediamo dell’antica Tindari è ancora solo una piccola parte dell’intera città, gli scavi sono ancora in corso e chissà quali tesori verranno scoperti negli anni a venire.

Visita guidata di Tindari: il Santuario della Madonna Nera

Vi sono molte leggende popolari legate all’arrivo della Statua della Madonna Nera a Tindari ma gli storici ci dicono che risale al XII secolo e che probabilmente, si deve far risalire al tempo delle Crociate quando gli scambi tra le varie parti del Mediterraneo erano continui.

Tanti i miracoli operati dalla Madonna di Tindari e, di conseguenza, tanti i devoti che, nel corso dei secoli, sono arrivati in pellegrinaggio qui. Per questo motivo, nel 1957 si iniziò la costruzione del Nuovo Santuario. La nuova e moderna costruzione ingloba il Vecchio Santuario che risale al 1598. Dalla finestra della sacrestia ammiriamo un panorama mozzafiato dei Laghetti Di Marinello.

Tour dei laghetti di Marinello

La Riserva naturale dei Laghetti di Marinello è una lingua di sabbia che si trova ai piedi di Tindari. Si cammina tra piante endemiche e sabbia dorata con vista sulle Isole Eolie e Capo Tindari.

Scopri insieme a me questo miscuglio di storia, fede e natura! Sarò felice di essere la tua guida turistica di Tindari!

Ti racconto qualche dettaglio in più sulla statua della Madonna nera di Tindari in questo articolo.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *